Maia e le nuvole

Da San Gimignano a Colle di Val D’Elsa sulla Via Francigena

Posted: 20 Marzo 2021 by Jennifer

Da San Gimignano proviamo oggi la variante della Via Francigena (tappa 32) per Colle di Val D’Elsa.

Lasciamo la macchina a Colle di Val D’Elsa sul parcheggio Fontibona per poi prendere l’autobus 130 vicino alla Piazza principale, la piazza Arnolfo di Cambio, che ci porta dritte, dritte a San Gimignano.

San Gimignano è un luogo magnifico. In questo periodo ancora di più visto che amo la quiete e il silenzio. Penso che in passato il turismo stava affogando la piccola città medievale e aveva tolto tutta la magia che l’avvolge. Ora la situazione ovviamente è mortale ed a tratti inquietante, ma bisognerebbe pensare di creare un turismo diverso una volta finito questo periodo. Servirebbe un turismo di qualità e non di massa. Almeno al mio parere.

Metà variante della Via Francigena che facciamo oggi non è quella ufficiale, che abbiamo in programma di fare la settimana prossima, ma una tappa “inventata” da noi.

La Via Francigena durante il medioevo

La Via Francigena durante il medioevo non era una strada definita, ma bensì una direzione che portava dalla Francia a Roma. I pellegrini sceglievano la loro strada da percorrere in base alla situazione politica, condizioni meteo e pericoli segnalati da altri pellegrini più avanti sul percorso.

Pertanto anche la nostra “strada inventata ” di oggi potrebbe valere come la Via Francigena se vogliamo essere puntigliosi.

Usciamo dalla porta San Giovanni, ci prendiamo una pizza al forno, e via andare.

Il primo pezzo della Via Francigena, uscendo da San Gimignano, non sembra molto bello perché il percorso accosta una strada trafficata. Bisogna però cercare la bellezza sempre e la troverete se ogni tanto vi girate. San Gimignano diventa sempre più piccola alle nostre spalle e brilla come un diamante al sole tra le nuvole. La vedremo spuntare altre volte, più avanti sul nostro percorso, in scorci davvero bellissimi.

San Gimignano in lontananza

Svoltiamo, seguendo la segnaletica della Via Francigena, in una piccola strada a destra e ci emergiamo in una natura strepitosa. Ci sono delle vedute incredibili e le colline tipiche della Toscana sembrano a tratti disegnate da quante sono belle.

La Variante

Passiamo la Valle Buia per risalire alla Torraccia di Chiusi. Qui la variante ufficiale della Via Francigena scende a destra, noi continuiamo il nostro cammino a dritto fino ad arrivare sulla strada di percorrenza veloce “strada San Gimignano”. Qui, una volta attraversato la strada ci teniamo sulla destra per poi girare a sinistra per risalire delle vigne strepitose. Ci fermiamo alla Croce di Bibbiano per il pranzo. Da qui si vede San Gimignano piccola, piccola in lontananza ed è uno spettacolo.

Immaginatevi i pellegrini durante il medioevo che vedevano San Gimignano apparire da lontano. Aveva 72 torri al epoca e deve essere stato una meraviglia.

Dopo il pranzo continuiamo il nostro cammino verso Colle Val D’Elsa per altri chilometri per poi raggiungerla nel pomeriggio.

Bella, mi ha piaciuto questa nostra variante. 15 chilometri di relax e bellezza. Se volete venire con noi scrivetevi e vi avvisiamo quanto ci torneremo. La settimana prossima intanto proveremo la “variante ufficiale” della tappa 32 e vi aggiorneremo su come è andata.

Intanto potete leggere il tratto per arrivare da Colle di Val D’Elsa a Monteriggioni

Buon cammino (appena si può) !

No Comments

Leave a Reply